Creare un Cartiglio in Revit Parametrizzato Dimensionalmente e con Informazioni Condivise

Una delle procedure indispensabili da fare, dal punto di vista tecnico-operativo, quando ci si addentra nel mondo BIM Revit® Autodesk®, è sicuramente elaborare un Template Personalizzato (rispetto a quelli di default forniti da Revit nelle tre discipline Architecture, Structure, Mep). Un’operazione che richiede una iniziale mole di lavoro soprattutto dal punto di vista grafico e funzionale per l’ambiente di lavoro (template) da adottare poi sempre da parte dallo Studio di Progettazione o dal singolo Professionista, ed al fine di ottimizzare la grafica e le informazioni automatizzate del progetto e degli elaborati presentati secondo i propri standard. 

In modo particolare in Revit è possibile creare una Famiglia Cartiglio (tavola di impaginazione) Parametrizzata dal punto di vista dimensionale, nonché personalizzarne la grafica, creare una serie di Parametri Condivisi che possano leggere in automatico le informazioni del progetto. In primis possiamo aprire una famiglia cartiglio di default di Revit o andare nel template dedicato alle famiglie di questa categoria e crearlo di sana pianta. In ambedue i casi si tratta di famiglie bidimensionali in cui è possibile elaborare/personalizzare secondo proprie esigenze. Bisogna sempre ricordarsi di rinominare la famiglia di formato .rfa e salvarla esternamente nella propria cartella del template, in modo da avere tutte le famiglie personali distinte rispetto a quelle fornite da Revit in automatico. Ai fini dimensionali è bene attivare in VG la quotatura automatica di tutto ciò che è stato disegnato bi-dimensionalmente con le linee di dettaglio (fig.1);

famiglia cartiglio 1 2

Ciò faciliterà il dimensionamento della tavola con quote fisse o parametri dimensionali (altezza, larghezza, spessori) o semplicemente trasformando le quote temporanee in quotature permanenti e creando i parametri dimensionali voluti dalla funzione quota etichetta (fig.2).

Il parametro dimensionale è un parametro di famiglia applicato al tipo, pertanto cambiando (H, L) della tavola-cartiglio, si possono parametrizzare e creare nuovi tipi in modo semplice, veloce ed automatico (fig.3). Dallo strumento "Crea" inoltre è possibile creare una propria squadratura, cornici, bordi, intestazioni, loghi, scritte, simboli, o dal comando "Inserisci" importare anche dei file CAD di riferimento o delle immagini jpeg, o pur anche creare Testi Etichetta parametrizzati per personalizzare il cartiglio in modo che possa leggere informazioni automatiche sulla tavola stessa impaginata (fig.4).

famiglia cartiglio 3 4 5

Il Testo Etichetta è appunto una “etichetta intelligente” che è suddiviso per categorie di parametri, i quali compariranno nel cartiglio e leggeranno le informazioni inerenti condivise (fig.5). Alcune informazioni sul cartiglio, legate alle etichette testo, sono leggibili direttamente dal Browser di progetto delle Tavole (nome e numero della tavola), altre dalle Informazioni/Proprietà del Progetto stesso (fig.6). Se non presenti, inoltre si possono creare opportuni nuovi Parametri Condivisi sul progetto al fine di richiamare informazioni volute legate ai parametri testo etichetta, che si possono quindi utilizzare di consueto anche in più progetti (fig.7).famiglia cartiglio 6 7

Si sceglie pertanto la categoria, il nuovo gruppo di parametri condivisi, le proprietà dei singoli parametri, ed il tipo di parametro (fig.8-9).famiglia cartiglio 8 9

Possiamo quindi infine legare un nuovo parametro condiviso testo (ad esempio il Nome del Capocantiere che ritroveremo poi nelle informazioni di progetto) (fig.10) con il Testo Etichetta, creando il parametro condiviso corrispondente collegato direttamente dentro la famiglia cartiglio (fig.11).famiglia cartiglio 10 11 12

Cosi facendo è possibile in Revit® Autodesk® creare nel proprio template di progetto, un cartiglio personalizzato (fig.12-13) che può essere graficizzato a piacere, parametrizzato dimensionalmente, e con tutta una serie di parametri condivisi leggerà in modo automatico le informazioni necessarie, ottimizzando il flusso di lavoro in fase di impaginazione, presentazione, stampa del progetto.famiglia cartiglio 13

Ing. Domenico Spanò – BIM Manager – ACI Autodesk Revit Professional Architecture & Structure


Scopri come avere una preparazione adeguata e ottenere le capacita' di progettazione e modellazione 3D necessarie, con i Corsi Revit di Graitec. Continua a visitare il nostro Blog per scoprire tanti altri utili suggerimenti tecnici dedicati al BIM e ai software Autodesk e Graitec. Oppure clicca in basso per avere maggiori informazioni.

 

Creare un Tetto Estruso da Perimetro in Revit

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Rivenditori Autodesk Italia

Membro di

ASSOBIM 01
Questo sito utilizza cookie.